Diritti dei passeggeri


Il 18 dicembre 2012 è entrato in vigore il Regolamento (UE) n. 1177/2010 che tutela i diritti dei passeggeri che viaggiano per mare e per vie navigabili interne. Il Governo Italiano ha designato l’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART), quale organismo responsabile dell’attuazione dei contenuti della suddetta direttiva in Italia.

In conformità all’art. 23, comma 1 del Regolamento, le informazioni sui diritti dei passeggeri, nelle aree portuali gestiti dall’operatore del terminale Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. sono rese note attraverso i seguenti canali:

  • Sito internet di V.T.P.
  • Nei punti di ingresso al Porto Passeggeri di V.T.P.
  • Presso le sale passeggeri.
  • Presso i punti di informazione

Passeggeri con disabilità o mobilità ridotta (PRM)

Gestione dei reclami

Ai sensi dell’art. 24 del Regolamento, il passeggero può presentare un reclamo formale al vettore o all’operatore portuale del terminale, entro due (2) mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio.

I reclami indirizzati al terminalista potranno essere inviati al seguente indirizzo:

Per posta: Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., Marittima, Fabbricato 248, 30135 Venezia

Per posta elettronica: customercare@vtp.it

La società V.T.P., in conformità alle proprie procedure di qualità, notifica al passeggero la presa incarico del reclamo entro cinque (5) giorni lavorativi dalla data di ricezione e ne dà riscontro entro e non oltre sessanta (60) giorni.

Trascorso tale termine e solo se precedentemente presentato all’impresa, il reclamo può essere inoltrato ad ART mediante apposito modulo disponibile sul sito internet http://www.autorita-trasporti.it, allegando la ricevuta della avvenuta presentazione dello stesso, comprensiva di eventuale documentazione acclusa. Il modulo di reclamo deve altresì essere corredato dalla copia di un valido documento di identità del passeggero e di chi per esso lo presenta. Il reclamo deve essere trasmesso con una delle seguenti modalità: a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, via posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo pec@pec.autoritatrasporti.it oppure via posta elettronica semplice all’indirizzo art@autorita-trasporti.it, consegnato a meno presso il protocollo dell’Autorità o mediante l’apposito sistema telematico per l’invio e la gestione dei reclami (SiTe).

Regolamento-UE-N.-1177-2010.pdf