Sicurezza nel porto


Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. è la società di gestione degli impianti portuali destinati al traffico crocieristico e facenti parte dell’ambito portuale di Venezia. Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., quale titolare esclusiva dei servizi di interesse generale connessi alla gestione degli impianti portuali crocieristici, è destinataria delle principali normative internazionali, comunitarie e nazionali, in materia di security marittima.

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., applica in particolare le seguenti normative in materia di security marittima:
– International Ship and Port Facility Security Code (c.d. Codice ISPS);
– Regolamento (CE) n. 725/2004 del 31/03/2004;
– Direttiva 2005/65/CE del 26/10/2005 e relativa norma di attuazione nazionale;
– Programma Nazionale di Sicurezza Marittima;
– Decreto Ministeriale n. 154/2009 del 15/09/2009;
– Piano di Sicurezza dell’Impianto Portuale;
– Decreto Legislativo n. 196/2003.

In ottemperanza alle norme cogenti sopra indicate, Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. ha istituito al suo interno l’Ufficio del PFSO (Port Facility Security Officer), quale moderno e specializzato ufficio security, responsabile dell’applicazione dei processi e delle misure di security in vigore.
L’Ufficio del PFSO è coordinato e diretto dall’Agente di Sicurezza dell’Impianto Portuale (PFSO), coadiuvato dai propri diretti collaboratori (Deputy PFSO). Tutto il personale citato è formato ai sensi delle normative sopra indicate, nonché dei pertinenti modelli di formazione specialistica IMO.

Misure di security in vigore
Nell’ambito delle aree di competenza di Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., sono pertanto operativi i seguenti servizi di security:
– Verifica del titolo di accesso nelle aree di competenza, rispetto a mezzi e persone;
– Controlli di security dedicati per mezzi e merci in ingresso;
– Controlli di security dedicati per persone e relativi bagagli;
– Utilizzo di apparati radiogeni RX per il controllo radiologico di cose e bagagli;
– Utilizzo di apparati metal detector fissi e portatili per l’individuazione di metalli;
– Utilizzo di apparati ETDS per la rilevazione di tracce di esplosivo;
– Monitoraggio remoto, anche CC/TV, delle intere aree di competenza;
– Sistemi di difese fisiche e perimetrali.

Personale operativo di security
I servizi sopra indicati, sono svolti sul piano operativo da personale in possesso di decreto di Guardia Particolare Giurata (GPG) ed impiegato presso le aree di competenza di Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. Il personale GPG è coinvolto per quanto di competenza, in tutti i controlli di security rilevanti, sia in orario diurno che notturno in ogni giorno dell’anno.

Un processo integrato di Security
Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., mediante il proprio Ufficio del PFSO, interagisce con le Amministrazioni e gli Enti di Stato competenti in tema di security marittima nonché di ordine e sicurezza pubblica. In questo senso,
– Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera di Venezia;
– Polizia di Stato – Settore Polizia di Frontiera;
– Corpo della Guardia di Finanza.

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., interagisce inoltre nel suo complesso con le Amministrazioni ed Enti di Stato presenti nelle aree di propria competenza. In questo senso:
– Autorità Portuale di Venezia;
– Agenzia delle Dogane e dei Monopoli;
– Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;
– Ufficio di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera – USMAF.

Contatti
Per maggiori informazioni relative al programma di security di Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., contattare i seguenti riferimenti:

Ufficio del PFSO
Centr. 041/2403000
Fisso. 041/2403035
Fax. 041/2403092

* * *

Safety, Qualità e tutela dell’Ambiente
Presso le aree di competenza di Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., è presente un punto di primo soccorso medico, munito di autoambulanza e di un apparecchio defibrillatore. Il punto di primo soccorso è gestito da un medico abilitato ed è operativo in corrispondenza della presenza di una o più navi, presso le banchine gestite da Venezia Terminal Passeggeri S.p.A.
In aggiunta a quanto sopra, Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. ha provveduto ad installare numero 2 (due) ulteriori postazioni, equipaggiate con apparati defibrillatori semiautomatici, dislocati sul territorio pertinente, che sono a disposizione del Pubblico (se abilitato al loro utilizzo) e dei 24 dipendenti dell’azienda che sono formati circa il loro corretto utilizzo.
Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. è inoltre fortemente impegnata, in un’ottica di miglioramento continuo dei propri servizi, sul fronte della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, ivi incluse le banchine portuali e gli ambienti aperti al pubblico.
La nuova viabilità portuale è stata inoltre concepita ponendo al primo posto il passeggero, privilegiando le esigenze di un corretto e sicuro transito presso le aree di competenza.
L’impegno di Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. prosegue inoltre mediante incontri formativi ed informativi con gli operatori portuali professionali e di categoria interessati, al fine di provvedere ad un aggiornamento continuo sui rischi e le misure di prevenzione degli infortuni.
Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. ha successivamente avviato un percorso virtuoso, attraverso il coinvolgimento di soggetti istituzionali e privati, volto a proporre misure volte a ridurre le emissioni acustiche, atmosferiche dei fumi e volte a promuovere l’utilizzo di energia rinnovabile e alternativa. Un impegno concreto mantenuto anche mediante l’implementazione di totem erogatori di energia elettrica presso ormeggi destinati all’attracco di maxi yacht.